sabato 21 settembre 2013

"Divino Mendicante" di Manuel Lozano Gombault Traduzione Sabrina Carbone

Fragranza...Alimento della mia essenza di uomo... Sant'Agostino

Apri uno spiraglio, solo un interstizio.
Intorno al tuo corpo
gira la spietata trasformazione del muro.
Crea una fessura, come quando scavi una catacomba e immergi le tue mani nel profondo della solitudine cannibale, l'imperatrice lancia i dadi, divora le tue viscere e tesse i tuoi più grandi trionfi.
Dove va la mia ombra tra l'erba,
chi la trascinerà fino al centro dorato
dell'ombelico del mondo?
Non ritornerò come nell'Odissea,
mascherato come uno straccione alle porte del Palazzo.
Assorto, berrò acqua pura.
Diranno che sono matto, che ho ucciso, che ho letto i presagi negli abissi di un avvoltoio.
Qualcuno, arrivato come il sole dopo la tempesta,
scoprirà nel mio istinto
la mia luce perfetta senza trasfigurazione e vertigini.

Manuel Lozano Gombault 

Diritti d'Autore  

Nessun commento:

Posta un commento