venerdì 18 ottobre 2013

Sua Eccellenza, Dr. Acc. Colombo Marco Lombardo: La Nato prepara le più grandi esercitazioni sul confine russo

530380_4674737277999_216861150_nI preparativi per i più grandi esercizi della NATO degli ultimi 10 anni, sono nella loro fase finale. Un gruppo di 300 soldati sta completando la realizzazione dei posti di blocco, dei sistemi di comunicazione e della banca dati per il settore militare. Le manovre strategiche, chiamate ‘Jazz Steadfast 2013′, saranno svolte tra, il 2 e il 9 novembre. Il poligono principale è in Polonia, intorno alla città di Drawsko Pomorskie. Tuttavia, parteciperanno anche la Lettonia, la Lituania e la Estonia e parte degli addestramenti saranno tenuti nei rispettivi territori. Citando l’opinione di Mosca, quest’ultima ha ribadito in diverse occasioni, che questo evento “farà rivivere lo spirito della guerra fredda” e danneggia i loro interessi strategici. Ricordiamo che i quattro paesi hanno una frontiera comune con la Russia (nel caso della Polonia e della Lituania, sono limitate dalla enclave russa di Kaliningrad). La NATO, a sua volta, continua a insistere che le manovre non considerano la Russia come un potenziale nemico e invita i funzionari russi ad assistere alle esercitazioni. Sono tenuti a partecipare alle esercitazioni un totale di 6.000 soldati di almeno 20 dei 28 paesi membri della Alleanza. L’obiettivo ufficiale è quello di “testare le capacità di comando e di controllo, oltre alla azione congiunta di una rapida forza operativa”. Più specificamente, lo scenario prevede una risposta comune degli alleati contro l’intervento internazionale. Alcune delle manovre saranno dedicate a rispondere a un massiccio attacco informatico contro i paesi della NATO. Le esercitazioni dovranno servire a testare la efficacia del piano sviluppato dalla Alleanza nei primi mesi del 2010 allo scopo di stabilire come difendere i propri interessi nell’Europa orientale. E’ previsto che in caso di aggressione armata contro la Polonia e i paesi baltici, l’intervento delle Forze operative della Alleanza oltre alle nove divisioni della Germania, del Regno Unito e degli Stati Uniti, questi ultimi due attraverso i porti del Nord della Polonia e della Germania. Infine anche Londra e Washington hanno inviato le loro navi da guerra.link aiuo Official website http://ftp.aiuoumanitariaopere.altervista.org/
Fonte: RT

Nessun commento:

Posta un commento