venerdì 18 ottobre 2013

Sua Eccellenza, Dr. Acc. Colombo Marco Lombardo: Naufragio di Lampedusa, Il Presidente del Mali ha proposto un Summit sulla immigrazione

530380_4674737277999_216861150_nDakar- I naufragi mortali dei migranti al largo di Lampedusa sono di un orrore particolare e inammissibile, ha dichiarato il Presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keïta, il quale ha proposto che venga aperto un Summit sulla emigrazione onde evitare nuove tragedie. Se i recenti eventi a largo di Lampedusa sono di un orrore particolare e inammissibile, ogni anno, migliaia di giovani africani, vedono svanire il loro sogno di Eldorado nel Mediterraneo, nel mar Rosso o nel Sahara, ha spiegato Keïta in un comunicato trasmesso dalla Presidenza malese alla agenzia di stampa AFP di Dakar. A giudizio del Presidente malese, la tragedia ha provocato nella coscienza di tutti la stessa indignazione.”Voglio lanciare un appello che incita ad allestire un Summit internazionale, per un dialogo inclusivo tra i Pesi da dove partono queste navi e i Paesi d’arrivo, allo scopo che le responsabilità oramai assunte permettano di evitare nuove tragedie legate alla emigrazione. Il Mali sarà vicino a tutte le buone volontà del mondo compreso quella del Santo Papa, della Unione Africana, dei Paesi del Mediterraneo e dell’Europa”, ha scandito.
E’ giunto il tempo di fare una profonda riflessione e di agire per risolvere definitivamente l’equazione della emigrazione, che sta diventando una delle più grandi crisi della nostra civiltà. Una riflessione attraverso la quale i dirigenti soprattutto africani sono stati interpellati. Per mettere in atto tutto ciò, ha chiarito, bisogna che le risorse dell’Africa siano utilizzate con consapevolezza, bisogna combattere la corruzione e creare nuovi posti di lavoro. Tuttavia l’Africa, da sola, non può uscire da questa grave situazione, ha bisogno di solidarietà, che non sia apparente, e concessa per presa di coscienza, ma ha bisogno di una partecipazione sostanziale, imperativa e che riesca a risolvere le sfide alle quali l’Africa deve far fronte per non essere più la fonte dalla quale sgorgano altri problemi ma la loro soluzione, ha concluso Keïta, nel corso della sua visita ufficiale svolta lo scorso sabato, 12 ottobre in Guinea equatoriale.link aiuo Official website AIUO http://ftp.aiuoumanitariaopere.altervista.org/
Source: romandie.com

Nessun commento:

Posta un commento