martedì 8 ottobre 2013

Sua Eccellenza, Dr.Acc. Colombo Marco Lombardo: L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha iniziato la distruzione delle armi chimiche in Siria

530380_4674737277999_216861150_nLe operazioni per la distruzione delle armi chimiche in Siria sono iniziate, da oltre 48 ore. Ban Ki-moon, il Segretario Generale delle Nazioni Unite, precisa i contorni della missione per lo smantellamento, che ha mobilitato un centinaio di uomini i quali dovranno condurre una “operazione mai tentata prima”, ha dichiarato Ban. Una operazione che sembra molto difficile. La Organizzazione delle Nazioni Unite stima che 1000 sono le tonnellate delle scorte delle armi chimiche che saranno distrutte. Un compito estremamente complicato. Ban Ki-moon ha in programma di istituire un gruppo composto da un centinaio di esperti, i quali ispezioneranno tutti i luoghi chimici siriani a novembre, e in seguito rimuoveranno l’intero arsenale entro e non oltre il mese di giugno.
Gli ostacoli non mancano
A partire dalla stessa guerra. Ban Ki-moon ha osservato che due colpi di mortaio e diverse autobombe sono esplose nei giorni scorsi nei pressi dell’hotel dove il primo team di esperti è già in azione.
Alto costo
Il costo della disattivazione resta un punto di domanda. Assad ha parlato di un miliardo di dollari, e le stime indipendenti non sono poi così distanti. Le Nazioni Unite invece non rilasciano informazioni a riguardo e indicano solo la creazione di un fondo di finanziamento senza dire chi pagherà. Infine, Ban Ki-moon, confessa la sua impotenza se la Siria rifiuterà di collaborare, e se il Consiglio di Sicurezza non apporrà resistenza. La missione, ha dichiarato, risulterà essere un completo fallimento. Sul terreno, la guerra continua. I ribelli hanno lanciato ieri un importante attacco contro due basi militari strategiche a nord-ovest del paese, nella provincia di Idleb, durante il quale almeno quattordici persone sono state uccise, conferma l’Osservatorio siriano per i diritti umani, (OSDH).link aiuo Official website AIUO: http://ftp.aiuoumanitariaopere.altervista.org/

Nessun commento:

Posta un commento